Menu
Resto al Sud: primo bilancio e novità per il 2019
in Attualità  del 04 febbraio 2019
INVITALIA, l’Agenzia che la gestisce, ha reso noti i numeri di questo primo anno.
foto Resto al Sud: primo bilancio e novità per il 2019

Un anno fa’ partiva Resto al Sud, la nuova misura di supporto all’autoimprenditorialità giovanile nel Mezzogiorno. INVITALIA, l’Agenzia che la gestisce, ha reso noti i numeri di questo primo anno. Numeri positivi e incoraggianti: dal 15 gennaio 2018 sono state 5.700 le domande completate e inviate tramite l’apposita procedura telematica.

Alla fine, sono stati 2.200 i progetti d’impresa approvati, per 145 milioni di euro. Si tratta di un giro di investimenti pari a 373 milioni che potrà creare potenzialmente quasi 21.000 posti di lavoro. Le tre Regioni dove si sono concentrate le istanze sono Campania, Sicilia e Calabria. Mentre il settore preferito dai giovani imprenditori è quello turistico-culturale.

Per il futuro questi risultati sono destinati a migliorare. Grazie alla Legge di Bilancio 2019, è stata ampliata la platea dei beneficiari agli under 46 e ai professionisti. Tali novità saranno operative con l’emanazione delle disposizioni attuative che permetteranno, anche a questi ultimi, la presentazione delle istanze sulla piattaforma di Resto al Sud.

Condividi